IPNOSI
Correzzione tramite l'ipnosi

Esiste un collegamento mente-corpo sul quale il pensiero e l'emozione transitano per stimolare e facilitare la guarigione, e l'ipnosi terapeutica resta l'elemento che meglio stimola e determina questo processo attraverso uno stato modificato della coscienza ben preciso. Quasi tutte le manovre procedurali che cercano di stabilire la situazione ipnotica, anche attraverso metodiche differenti, mirano a produrre nelI' individuo uno stato di isolamento e di concentrazione interiore, iniziando in pratica con il rilassamento muscolare, in genere graduale, che di solito tende a farsi via via più profondo e contemporaneamente, spontanea o richiesta, la chiusura degli occhi e, da questo momento in maniera più o meno palese, il manifestarsi dell' intera e vasta gerarchia della fenomenologia ipnotica, somatica e psichica. Attraverso i messaggi trasmessi dal terapeuta e l'innesto del linguaggio metaforico nel giusto livello evolutivo della coscienza che va modificandosi, si pone metodologicamente l'inizio effettivo del procedimento terapeutico e l'anello di una congiunzione del vissuto della realtà esteriore del soggetto con una realtà interiore, inconscia, nella quale sono immagazzinate informazioni ed esperienze apprese nel corso della vita, ciò che noi sappiamo anche senza la consapevolezza di saperlo e le potenzialità insite sovente ignorate, delle quali lo stesso può riappropriarsi e vivere, evocate dalle parole del terapeuta.

Il paziente stesso che riassocia e riorganizza le proprie complessità psicologiche interne ed utilizza le proprie risorse in modo congruente con le sue esperienze di vita, citando M.H.Erickson:
«L'ipnosi non altera la persona, non altera neppure la sua esperienza di vita passata ma serve a permetterle di imparare di più su se stessa e ad esprimersi più adeguatamente». La psicoterapia ipnotica lascia che il soggetto si allontani dalla realtà esteriore, quella in cui vive normalmente e nella quale ha riportato, e forse riporta tuttora, traumi psicologici, e nel corso della trance creativa produce in lui il senso della sua stessa indipendenza dagli schemi restrittivi che ingabbiano la sua esistenza. Egli ha problemi che limitano il suo realizzarsi ed è costretto da sistemi di vita che non gli lasciano nè apprezzare nè usare le sue potenzialità, ed è proprio l'opera dello psicoterapeuta ipnotista che crea nel paziente, via via, nuove strutture di riferimento e nuovi orientamenti.
Con la liberazione della propria creatività il soggetto riesce a trasferire il prodotto emozionale delle sue risorse personali nella condotta della vita vissuta, e può sperimentare modelli diversi di funzionamento.

Lo stato di coscienza modificata è una condizione che si produce spontaneamente in ognuno di noi quando ci dedichiamo ad attività mentali di tipo creativo. Può essere indotta anche da tecniche di rilassamento profondo come il training autogeno o la meditazione ma, mentre queste metodiche si limitano a provocare lo stato ipnotico, l' ipnositerapia utilizza quest' ultimo come punto di partenza per un processo di cura o di modificazione dei comportamenti. L'ipnosi serve a fare sì che la coscienza del paziente si predi sponga ad accogliere nel modo migliore una terapia o un processo di decondizionamento mentale e comportamentale. Ma l'ipnosi non serve solo per combattere disturbi di origine psicologica: è stata la prima forma di anestesia e oggi viene addirittura utilizzata prima di un'operazione chirurgica, o per estrarre un dente, o prima di sottoporre il paziente ad un esame clinico invasivo. Essendo stato inoltre dimostrato scientificamente che l'ipnosi raddoppia la tolleranza al dolore , questa tecnica risulta favorevole nell' ambito della preparazione al parto e nella cura delle cefalee, agisce sul dolore e può stimolare l'organismo a produrre più endorfine. L'Ipnosi consente di avere una memoria degli antidolorifici e dunque permette di risparmiare dosi di farmaco. In ambito ginecologico l'ipnositerapia favorisce la soluzione di problemi quali vaginismo, dismenorrea, poliabortività, iperemesi gravidica, disturbi che spesso hanno una causa psicologica, sia per problematiche legate alla menopausa, alla sfera della sessualità, all' ansia, alla depressione, alle disfunzioni alimentari.